Rassegna cinematografica d'autore "Nel ricordo del centenario della nascita di Mario Monicelli 1915-2015"

Nel ricordo del centenario della nascita del grande maestro del cinema italiano Mario Monicelli, la Pro loco "L'Araba Fenicia" di Sambuca di Sicilia vi invita a partecipare alla Rassegna cinematografica d'autore. Ben sei film, che verranno proiettati tra il 20 febbraio e il 24 aprile 2015 per celebrare una carriera unica, con tanto di convegno e dibattiti.

 

A lui, geniale cineasta cui si deve l’invenzione della Commedia all’italiana, ma soprattutto grande Persona, andrebbero dedicati una lettura critica e una retrospettiva completa, che hanno però bisogno di un lungo periodo di lavoro e preparazione. Mario Monicelli ha al suo attivo più di sessanta film come regista e altrettanti come sceneggiatore. Ci è parso doveroso proporre il suo ricordo con i più bei titoli tra i tanti film della sua lunga e prolifica vita cinematografica.


Il pensiero di Enzo Sciamè

Bravissimi, ragazze e ragazzi della Pro Loco "L'Araba Fenicia". Ottima idea ricordare il garnde Mario Monicelli, la sua straordinaria inventiva, la sua arte cinematografica. 

E così chiamate, ancora una volta, i cittadini sambucesi, tutti, ad esserci, a partecipare, a condividere la meraviglia di un film che mi fa ancora sorridere, solo a rivivere qualche indimenticabile scena. 

Ma è anche un bel modo per far conoscere la nostra nuova sede, in quell'ex Camera del Lavoro che è un luogo importante nella storia del nostro paese. 

Una sede di cui essere orgogliosi, messa a disposizione dal Comune, che avete reso, con il vostro lavoro e la vostra fantasia, davvero accogliente, fruibile da tutti. 

Spero arrivino tante ragazze e ragazzi, tanti cittadini che hanno voglia di condividere una serata insieme, fare quattro chiacchiere, conoscersi sempre meglio. E, magari, rendersi disponibili a dare una mano all'associazione.

Che vuol dire dare una mano al proprio paese, alla propria gente.

Vi abbraccio con grande affetto e riconoscenza.

Come sempre.


I film in proiezione:

AMICI MIEI

La locandina
La locandina

VENERDÌ 27 FEBBRAIO 2015 ORE 21.00

EX MONASTERO DI SANTA CATERINA - SAMBUCA DI SICILIA 

 

Trama:

Quattro amici sui cinquanta (qualcuno arrivato nella professione, qualcun altro ormai in disarmo, ma tutti con una voglia matta di rimanere giovani, di vivere una vita picaresca come da ragazzi) ogni tanto lasciano le rispettive occupazioni e si radunano per le "zingarate" (vagabondaggi, scherzi feroci, ragazzate). Finché uno di loro muore (anche se la moglie crede fino all'ultimo che si tratti di una beffa dell'incorreggibile personaggio). 

 



AMICI MIEI: ATTO II

La locandina
La locandina

VENERDÌ 6 MARZO 2015 ORE 21.00

EX MONASTERO DI SANTA CATERINA - SAMBUCA DI SICILIA 

 

Trama:

Capitolo secondo delle avventure goliardiche dei quattro amici toscanacci. Per due ore si assiste ad una girandola di scherzi e disavventure private del presente, che si alternano a flash-back che propongono vecchie avventure di quando era ancora vivo il Perozzi (il quinto amico interpretato da Philippe Noiret, che muore alla fine di Amici miei). Tutto bene finché all'improvviso una trombosi blocca su una sedia a rotelle il Mascetti. Si ride ancora.



GUARDIE E LADRI

La locandina
La locandina

VENERDÌ 20 MARZO 2015 ORE 21.00

EX MONASTERO DI SANTA CATERINA - SAMBUCA DI SICILIA 

 

Trama:

Un abile truffatore viene arrestato ma riesce a fuggire e a nascondersi. Il poliziotto che gli dava la caccia perderà il posto se non riuscirà a riprenderlo. La ricerca è lunga ma alla fine scova l'abitazione. Il poliziotto però si affeziona all'ignara famigliola e, d'accordo col ladro, tacerà il suo arresto giustificando con un viaggio l'assenza.

 



L'ARMATA BRANCALEONE

La locandina
La locandina

VENERDÌ 10 APRILE 2015 ORE 21.00

EX MONASTERO DI SANTA CATERINA - SAMBUCA DI SICILIA 

 

Trama:

In sella ad un ronzino giallastro, Brancaleone da Norcia, cavaliere fanfarone e dai pochi meriti, guida un'improbabile compagnia di miserabili alla conquista del feudo di Aurocastro nelle Puglie. Sulla strada vivranno mille peripezie, tra una vedova impaziente e una verginella preda dei briganti, si uniranno alla combriccola anche l'ambiguo Teofilatto e un fabbro aspirante suicida. Una volta raggiunta la meta, dopo essere stati quasi impalati dai pirati saraceni, Brancaleone e compagni si vedranno condannati al rogo come usurpatori dal vero signore del feudo, sebbene il tempestivo intervento del monaco Zenone riuscirà a salvare la situazione. 



I SOLITI IGNOTI

La locandina
La locandina

VENERDÌ 24 APRILE 2015 ORE 21.00

EX MONASTERO DI SANTA CATERINA - SAMBUCA DI SICILIA 

 

Trama:

Gassman è Peppe, un pugile balbuziente in disarmo, Mastroianni è Tiberio, che bada al pupo mentre la moglie è in prigione, Salvatori è Mario, perditempo bonaccione che si fa mantenere dalle vecchie zie, Murgia è Ferribotte, siciliano geloso della sorella Carmela (Claudia Cardinale), Pisacane è Capannelle, dalla storica fame arretrata. Poi c'è Totò, il "maestro". Si presenta l'occasione per un colpo facile: scassinare una cassaforte in tutta tranquillità, sfondando un sottile muro che divide un'abitazione privata dal monte dei pegni. La "banda" prepara tutto come ha visto fare nei film, usa tutti i mezzi necessari (Gassman all'occorrenza seduce Carla Gravina, anche se poi non servirà), riprende persino (con cinepresa rubata) il luogo del colpo. Alla fine agiscono, aprono porte e sfondano il muro, solo che per un insignificante cambio di mobili si trovano nella cucin

a dello stesso appartamento. Nel frigorifero c'è pas

ta e ceci. Siedono al tavolo e... cenano.



IL MARCHESE DEL GRILLO

La locandina
La locandina

VENERDÌ 8 MAGGIO 2015 ORE 21.00

EX MONASTERO DI SANTA CATERINA - SAMBUCA DI SICILIA 

 

Trama:

Agli inizi del XIX secolo, in una Roma minacciata dalle campagne napoleoniche vive il marchese Onofrio del Grillo, guardia nobile dello stato papale dall'indole goliardica e lazzarona. Le sue giornate cominciano sempre tardi al mattino, con i servi del palazzo costretti a non fare rumore fino al suo levarsi, e sono improntate all'organizzazione di scherzi e alla frequentazione di bettole, bische clandestine e di giovani popolane senza grazia. Il suo edonismo senza remore e le sue provocazioni ingiuriose nei confronti di mendicanti, papi e consanguinei, proseguono liberamente fino al giorno in cui Napoleone invade lo Stato Pontificio e i francesi entrano a Roma. L'incontro con una giovane e bellissima attrice, gli fa per la prima volta pensare di poter abbandonare Roma per Parigi.



Il luogo