Sambuca, borgo dei borghi 2016!

Importante riconoscimento per Sambuca, che conquista la bandiera di Borgo più bello d'Italia 2016

E' Sambuca di Sicilia il Borgo dei Borghi 2016. Il paese agrigentino, che conta meno di seimila abitanti, si è aggiudicato il titolo nel corso della trasmissione di Rai 3 "Alle falde del Kilimangiaro", condotta da Camilla Raznovich, andata in onda ieri in prima serata.

Sambuca, dunque, è il terzo comune siciliano, dopo Gangi (2014) e Montalbano Elicona (2015), a vincere la competizione che, ogni anno, espone in vetrina venti, uno per ogni regione, i borghi più belli, interessanti e suggestivi del nostro Paese. I comuni che partecipano alla trasmissione vengono scelti in collaborazione con l'Associazione Borghi d'Italia, Sambuca è entrata a far parte dell'Associazione due anni fa, e vengono votati dal pubblico attraverso il web-voting; da quest'anno al voto sul web si è aggiunta una Giuria di esperti, formata dall'attrice Anna Kanakis, dal critico d'arte Philippe Daverio e dallo chef Hiroiko Shoda, in arte Chef Hiro.


“E' un riconoscimento assai ambito per ogni amministratore e per tutti i cittadini, – spiega il sindaco Leo Ciaccio – ad essere premiate non sono solo le bellezze storiche, architettoniche e paesaggistiche di Sambuca ma il lavoro di un'intera comunità. Il vero impegno inizia adesso. Abbiamo la responsabilità e il dovere – prosegue - di tenere alto il vessillo, di accogliere i turisti nel miglior modo possibile, di incrementare le attività economiche e artigianali e di far veicolare nel miglior modo possibile l'immagine di Sambuca al di fuori dei confini regionali. Un ringraziamento particolare anche ai sindaci dei paesi vicini che ci hanno dato una mano per arrivare alla vittoria finale. Sono convinto che i riflettori su Sambuca potranno fare da traino anche per il resto dei Comuni delle Terre Sicane, portando ad uno sviluppo dell'intero territorio”.

Sambuca, che si trova a pochi chilometri dal mare di Menfi, da Sciacca e dal parco archeologico di Selinunte, vanta una storia antica, che affonda le radici negli anni della dominazione araba, secondo le fonti storiche a fondarla fu l'emiro saraceno Zabut, che proprio su quella collina decise di costruire il suo castello. Della fortezza ormai non c'è più traccia, su quelle pietre è nato un terrazzo, il Belvedere, che domina la campagna circostante, di intatto è rimasto il quartiere saraceno, con le sue vie strette, cieche, tortuose, arricchite da piccoli cortili e da purrere (cave sotterranee) riportate recentemente alla luce, un gioiello di pianta urbana che ricalca perfettamente la visione dei centri storici delle città arabe.

Il nuovo Borgo d'Italia è famoso anche per le sue chiese, se ne contano una ventina, alcune delle quali sono state adibite a museo, dove si possono ammirare le opere del pittore Gianbecchina o le originali sculture tessili di Sylvie Clavel, e poi ancora palazzi storici, il prezioso museo archeologico di palazzo Panitteri, il teatro ottocentesco e i resti di un antico acquedotto romano. Da visitare assolutamente l'area archeologica di Monte Adranone, e per chi ama la natura vale la pena fare un salto alla riserva naturale di Monte Genuardo o una passeggiata lungo le sponde del lago Arancio intorno al quale sorgono rigogliosi vigneti e uliveti.

Da assaggiare le Minni di virgini, dolce tipico di Sambuca, composto da pasta frolla, crema di latte, zuccata, gocce di cioccolato, cannella e impreziosito all'esterno dalla diavulina (palline di zucchero colorato), la ricetta risale al 1725 e fu ideata da suor Virginia Casale di Rocca Menna, in occasione del matrimonio del marchese don Pietro Beccadelli con donna Marianna Gravina.

GDS.it


Vi presentiamo Sambuca:

Sambuca “Borgo dei Borghi 2016?”. Il conto alla rovescia è iniziato. Da Domenica 21 febbraio - e fino a Domenica 13 marzo - si vota. Tutto pronto “Alle Falde del Kilimangiaro” per selezionare il Borgo più Bello d’Italia 2016 a cui assegnare in diretta RAI3 - il 27 marzo, Domenica di Pasqua - il prestigioso riconoscimento. Al momento basta un “clic” per far arrivare a Sambuca - attraverso il sito web della prestigiosa trasmissione televisiva - la Vostra preferenza. Occorre l’aiuto di tutti. Occorre il voto Vostro e quello dei Vostri amici. Fate tam tam. Utilizzate i social a Vostra disposizione. Condivide e postate l’evento e il Video. Se vince Sambuca vincono i Sambucesi. Vince per il terzo anno consecutivo la Sicilia. Appuntamento Domenica pomeriggio. Tutti su RAI3 alle 15,05 per aspettare il “VIA” di Camila per il web voting. "Volat ad aethera virtus"! Con Leo Ciaccio Sindaco Giuseppe Oddo Cristina Cacioppo Sario Arbisi Stefano Vaccaro Antonella Maggio

Pubblicato da Giuseppe Cacioppo su Giovedì 18 febbraio 2016

Le immagini della festa:


Le impressioni dei cittadini:

Io sono nato su questa nave. 

E qui il mondo passava, ma a duemila persone per volta.

E di desideri ce n'erano anche qui, ma non di quelli che ci potevano stare tra una prua e una poppa. Suonavi la tua felicità, su una tastiera che non era infinita.

Io ho imparato così. 

La terra, quella è una nave troppo grande per me. 

È un viaggio troppo lungo. È una donna troppo bella. È un profumo troppo forte. È Una musica che non so suonare. 

Perdonatemi. Ma io non scenderò . 

Lsciatemi tornare indietro. ( Novecento, Alessandro Baricco).

Una buona giornata.

Enzo Sciamè


NUN SUGNU D'ORU

NE' D'ARGENTU

MA SAMMUCARU

A LU 100%.

MA TU SINI LU ME BORGU E T’AMU.

( SAMBUCA,BORGO DEI BORGHI 2016) 

A scriviri ‘ncapu li to’ biddizzi,

si po’ pinzari chi esageramu,

puru autri borghi ànnu ricchizzi

chi n’autri nun ‘mmagginamu.

 

Certu,ti senti abbiluta,cangiata,

‘na vicchiaredda, ‘sgangalata,

cu la gonna nivura,arripizzata,

chi si cunnuci stanca,mazziata.

 

Ma si t’assetti ‘nta li scaluna

di la Matrici e talìi ‘Ddagna,

lu corpu cafudda scutuluna,

a la vista di ‘dda campagna.

 

E,aiutannuti cu lu to vastuni,

la facci sciupata piglia culura,

‘nta ‘ddi stritti Viculi Saracini,

e ti metti a parrari cu li mura.

 

Ti veni ‘nta pinninu,lu Corsu,

chinu di chiesi,palazzi antichi,

e a la Patruna fa’ lu discursu,

mentri si sdillabbranu li ruchi.

 

E trovi puru la forza di ridiri,

lu senzu nun è chiù ‘nfuscu,

si scinni e ammiri, di lu Viveri,

lu lagu atturniatu di lu voscu.

 

A scriviri ‘ncapu li to’ biddizzi,

si po’ pinzari chi esageramu,

puru autri paisi ànnu ricchizzi

ma tu sini lu me borgu e T’amu!

 

Anonimo Ingegnere.
Domenico Triveri


Sulla torre civica dell'orologio - antica di 500 anni - sventola la bandiera dei borghi issata con l'inno nazionale. Sventola l'impegno di una comunità. Sventola la bellezza. Sventola un progetto di sviluppo. Sventola la "Buona" Sicilia. Sventolano soprattutto le migliaia di click degli amici del "borgo dei borghi 2016". Grazie a tutti e a ciascuno...

 

Giuseppe Cacioppo


Gli articoli dei giornali:

Corriere della Sera: Sambuca di Sicilia è il borgo più bello d’Italia ma è polemica sul voto online

Anche se di misura, pur con l’improvvisa esclusione di Cervo per una clamorosa manipolazione del voto addebitata dai funzionari Rai ai sostenitori del comune ligure, per la terza volta consecutiva vince un paesino siciliano la gara per il «Borgo dei Borghi» della trasmissione «Alle falde del Kilimangiaro». Dopo Ganci (2014) e Montalbano Elicona (2015), il borgo più bello d’Italia è Sambuca di Sicilia, una roccaforte sicana a pochi chilometri dal mare di Menfi, da Sciacca e dai templi del Parco archeologico di Selinunte, seimila abitanti, una stupenda cattedrale, il quartiere saraceno rimasto intatto con le sue vie strette, cieche, tortuose, arricchite da piccoli cortili e dalle «purrere», le cave sotterranee riportate recentemente alla luce.


Il sindaco vittorioso

Amato da pittori, registi, scrittori, anche da Laura Boldrini che ne è diventata cittadina onoraria, Sambuca con il sindaco Leo Ciaccio è entrata due anni fa a far parte dell’Associazione Borghi d’Italia, primo passo per partecipare alla kermesse molto seguita su Raitre che affida la gara a una giuria di esperti quest’anno composta dall’attrice scrittrice Anna Kanakis, dall’estroverso critico d’arte Philippe Daverio e dallo chef Hiroiko Shoda, in arte Chef Hiro.


L’imbroglio del web voting

Ma le vere scelte si compivano con il cosiddetto web-voting. Un clic sul computer, un voto. E qui scatta il giallo o forse solo un imbroglio. Sambuca infatti era in lotta con Cervo ligure fino all’ultima puntata domenicale della notte di Pasqua quando, senza fornire troppe spiegazioni, la conduttrice Camilla Raznovich ha annunciato l’accertamento di scorrettezze telematiche riscontrate nel tentativo di manipolazione da parte di alcuni sostenitori della cittadina ligure. E ha incoronato per la terza volta la Sicilia. Scatenando a Sambuca una festa che è andata avanti per tutta la notte fra balli, canti e giochi d’artificio.


Turisti e briganti

Adesso sono tutti pronti a lavorare per accogliere al meglio i turisti e fare visitare il prezioso museo archeologico di palazzo Panitteri, il teatro ottocentesco, i resti di un antico acquedotto romano, la fondazione intitolata a Giambecchina, nome d’arte di Giovanni Becchina, il pittore amico di Guttuso e Leonardo Sciascia, interprete delle lotte contadine. Ma anche la riserva naturale di Monte Genuardo e le sponde del lago Arancio circondato da pregiati uliveti e rigogliosi vigneti con cantine di primo piano. Tutti posti amati da Sciascia, da tanti artisti, compreso il regista Pasquale Scimeca che qui ha girato il film «Briganti di Zabut».


Vergini e diavoli

Trattorie e prodotti artigianali in quantità. Da assaggiare le cosiddette «Minni di virgini», il dolce tipico di Sambuca a che ha la forma di un seno femminile, composto da pasta frolla, crema di latte, zuccata, gocce di cioccolato, cannella, impreziosito all’esterno dalla «diavulina», palline di zucchero colorato. Una ricetta che risale al 1725, ideata da suor Virginia Casale di Rocca Menna, in occasione del matrimonio del marchese don Pietro Beccadelli con donna Marianna Gravina.


La cattedrale di Laura Boldrini

Piccoli grandi dettagli pronti per essere narrati in questo centro dove la presidente della Camera ha dato una scossa per ristrutturare la cattedrale pericolante dal terremoto del 1968: «Sorprende che una cattedrale così bella dopo tanti anni sia ancora in queste condizioni. In nessun altro Paese europeo questo sarebbe possibile. Un monumento così importante deve essere salvato. Dobbiamo valorizzare il nostro patrimonio culturale che è fonte anche di reddito...». Una spinta che con la corona di «Borgo dei Borghi» dovrà essere avvertita adesso dalla Regione siciliana.


Il sindaco sconfitto

 

Dall’altra parte d’Italia, a due passi dalla Francia, il sindaco di Cervo, Gian Paolo Giordano, è sorpreso dalla comunicazione notturna della Rai: «Non sappiamo nemmeno noi cosa possa essere successo. Sul sito della trasmissione, fino alle 2 di notte, eravamo secondi, poi siamo spariti. Chiederemo spiegazioni. Io sono profano in materia di computer e invidio i miei nipotini di quattro anni che navigano senza problemi. Ne capisco meno di zero. Se manipolazione c’è stata è cosa gravissima. Ma se è così facile manipolare vuol dire che il sistema non funziona. E questo va detto agli organizzatori. Beh, comunque non è bello. Noi cercavamo di raccattare voti anche all’estero, contattando i turisti innamorati di Cervo o i nostri migranti, facendoli partecipare al voto, ma tutto con grande correttezza».

Felice Cavallaro


Repubblica Palermo:


Rai News:


ANSA.it:


Su Ansa.it: Sambuca di Sicilia in lizza come "Borgo dei borghi 2016"

Dal 21 febbraio al 13 marzo su Rai3 Alle falde del Kilimangiaro

(ANSA) - SAMBUCA DI SICILIA (AGRIGENTO), 19 FEB -

Dopo Gangi e Montalbano Elicona la Sicilia tenta il tris con Sambuca di Sicilia, in lizza con altri paesi suggestivi di tutte le regioni italiane per il titolo di "Borgo dei Borghi 2016". L'iniziativa per selezionare il Borgo più bello d'Italia è promossa dalla trasmissione di Rai3 "Alle falde del kilimingiaro", in onda ogni domenica a partire dalle 15:05.

 

Il conto alla rovescia è iniziato: da domenica 21 febbraio - e fino a domenica 13 marzo - si vota. Il prestigioso riconoscimento verrà assegnato il 27 marzo, domenica di Pasqua.

 

Al momento basta un "clic" per far arrivare a Sambuca - attraverso il sito web della trasmissione televisiva - la preferenza. Sambuca di Sicilia è un centro arabo che nasce sui resti del Castello di Zabut e che via via diventa luogo Rinascimentale e Barocco con i suoi palazzi e le sue chiese. Circondato da verdi campagne - intessute di itinerari storico-naturalistici - e fiorenti vigneti - polmone non solo economico e produttivo ma culturale di questo lembo di terra. Un centro dove la tradizione dolciaria - fra tutte le "Minne di Virgini" - accompagna quella agro-pastorale che porta alla produzione della "vastedda", l'unico formaggio di latte di pecora a pasta filata. Un paese da visitare e promuovere che gareggia per la conquista del titolo di "Borgo dei Borghi 2016" dopo che lo scorso anno si è aggiudicato il titolo di campione nella trasmissione di Rai2 "Mezzogiorno in famiglia". (ANSA).



Condividi la pagina sui social network